Scritto da Elena il . Postato in News

AGGIORNAMENTO UNI10200:2018 PRINCIPALI NOVITA' - VIDEO

Aggiornamento UNI10200:2018

Principali Novità

Lo scorso 11 ottobre è entrata in vigore la nuova norma UNI 10200:2018 che porta come titolo "Impianti termici centralizzati di climatizzazione invernale, estiva e produzione di acqua calda sanitaria - Criteri di ripartizione delle spese di climatizzazione invernale, estiva e produzione di acqua calda sanitaria"  andando a sostituire la UNI 10200:2015.Ci teniamo a premettere che il riscaldamento domestico è un aspetto fondamentale per il benessere di tutti noi e, forse proprio per questo, rappresenta una delle spese più pesanti nel portafoglio di ogni famiglia. Ecco perchè il CTI (Comitato Termotecnico Italiano)  ha deciso di aggiornare la norma UNI che approfondisce questa tematica. In questa normativa vengono stabiliti i criteri di ripartizione delle spese del riscaldamento, raffrecamento ed acqua calda sanitaria in edifici dotati di un impianto centralizzato, provvisti o meno di dispositivi per la contabilizzazione dell'energia termica utile.Come principali novità abbiamo il fatto di aver ottimizzato la procedura di calcolo di ripartizione ed anche l'introduzione della ripartizione per quanto riguarda la climatizzazione estiva. A nostro parere ciò che più può interessare gli utenti privati è il fatto che (finalmente) viene introdotto un metodo  per ripartire i consumi in edifici con un uso saltuario o discontinuo (es. seconde case) ma anche l'introduzione di tecniche specifiche in merito alla procedura di calcolo di ripartizioni per casi particolari di impianti (tubazioni correnti nelle unità immobiliari o condomini articolati in più fabbricati).La normativa è indirizzata a progettisti, gestori del servizio di contabilizzazione, manutentori ed utilizzatori degli impianti di climatizzazione nonchè ad amministratori condominiali...ma perchè no? Anche ai condomini che vogliono sapere come viene ripartita la spesa dei suoi consumi.

Ti è piaciuto l'articolo? Leggi anche anche La temperatura ideale in casa: ambiente per ambiente