DETRAZIONI FISCALI 2019: NOVITA' E CONFERME!

Detrazioni Fiscali 2019

Novità e Conferme

Sulla Gazzetta Ufficiale n.302 del 31.12.2018 è stata pubblicata la Legge di Bilancio 2019 (L. 30.12.2018 n.145) che proroga per tutto il 2019 le detrazioni fiscali legate agli interventi di efficienza energetica degli edifici, in relazione alle spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2019. La detrazione mantiene le due aliquote percentuali del 50% (da non confondere con la detrazione “edilizia”) e del 65% a seconda delle tipologie di intervento. Resta confermata l’aliquota di detrazione al 50% per: sostituzione o nuova installazione di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione, che continuano ad essere ammesse purché abbiano un’efficienza media stagionale almeno pari a quella necessaria per appartenere alla classe A di prodotto e installazione di valvole termostatiche a bassa inerzia termica, interventi relativi alla sostituzione di finestre comprensive d’infissi, schermature solari. Resta confermata al 65% l’aliquota per: interventi di coibentazione dell’involucro opaco, sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di pompe di calore, sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione appartenenti alla classe A di prodotto e dotate di sistemi di termoregolazione evoluti appartenenti alle classi V, VI o VIII della comunicazione della Commissione 2014/C 207/02 (rimane fermo l’ulteriore requisito di installazione delle valvole termostatiche a bassa inerzia termica), sistemi di building automation, collettori solari per produzione di acqua calda, scaldacqua a pompa di calore, generatori ibridi, cioè costituiti da una pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblati in fabbrica ed espressamente concepiti dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro, generatori d’aria a condensazione. Sono ammessi con la stessa aliquota del 65% anche i micro-cogeneratori, per una detrazione massima consentita di 100.000 euro. Sono state confermate anche le percentuali di detrazione maggiorate per gli interventi di tipo condominiale riguardanti la coibentazione eventualmente abbinati ad interventi finalizzati alla riduzione del rischio sismico. La detrazione (aliquote 70% o 75%) spetta per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2021 con il limite di spesa di 40.000 Euro moltiplicato per il numero di unità immobiliari che compongono l’edificio. Qualora gli stessi interventi siano realizzati in edifici appartenenti alle zone sismiche 1, 2 o 3 e siano finalizzati anche alla riduzione del rischio sismico determinando il passaggio a una classe di rischio inferiore, è prevista una detrazione dell’80%. Con la riduzione di 2 o più classi di rischio sismico la detrazione prevista passa all’85%. Il limite massimo di spesa consentito, in questo caso passa a 136.000 Euro, moltiplicato per il numero di unità immobiliari che compongono l’edificio. Per la trasmissione all’ENEA delle pratiche relative agli interventi terminati nel 2019 occorrere attendere la messa online del portale dedicato.

Clicca qui e scarica la tabella con la sintesi degli interventi incentivabili e le rispettive aliquote di detrazione! 

Leggi anche Come posso rendere più efficiente il mio impianto di riscaldamento?

Leggi tutto: DETRAZIONI FISCALI 2019: NOVITA' E...

  • Visite: 544

COME POSSO RENDERE PIU' EFFICIENTE IL MIO IMPIANTO DI RISCALDAMENTO? - VIDEO

Come posso rendere più efficiente il mio impianto di riscaldamento?

I modi, al giorno d'oggi, per poter rendere il mio impianto più efficiente sono tanti. La tecnologia ha fatto passi da gigante e l'attenzione che si presta a questo argomento è ogni giorno più rilevante sia per una questione di tipo ambientale sia per avere un maggior risparmio in termini di portafoglio.Come abbiamo detto più volte il riscaldamento è diventato un bene irrinunciabile per noi, un comfort di cui non possiamo più fare a meno ma anche una delle spese fisse che più pesa sul nostro bilancio a fine mese. Quindi, arrivando al dunque, come possiamo rendere il nostro impianto il più possibile efficiente riducendo al minimo le spese?La prima cosa che possiamo fare agendo sull'impianto già esistente è sicuramente la manutenzione del mio generatore in modo periodico garantendo un funzionamento ottimale e riducendo al minimo gli sprechi grazie ad una corretta regolazione, una volta che la mia caldaia è regolata in modo ottimale posso andare ad integrare l'impianto con fonti di energia rinnovabile.Un altro modo per ottimizzare i miei consumi è mediante una termoregolazione efficiente e, oserei dire, anche intelligente in modo da regolare temperature ed orari in funzione alle mie abitudini e necessità. Non dimenticando che ogni grado in meno che io richiedo equivale a circa un 6% di risparmio di energia.Ma per far si che tutti questi investimenti ed accortezze funzionino è NECESSARIO avere una corretta isolazione. Isolare la propria abitazione (sia all'esterno che all'interno) è essenziale per diminuire le dispersioni e quindi risparmiare sull'energia utilizzata! Per farvi un esempio: immaginate di avere un secchio che dovete tenere costantemente pieno di acqua, se il vostro secchio ha uno o due fori minuscoli l'acqua diminuirà costantemente; ma mantenere il livello richiesto richiederà pochi sforzi, se però il vostro secchio è pieno di fori ed anche di dimensioni importanti lo sforzo per mantenerlo pieno richiederà più frequenza e più portata sprecando acqua ed energia. Lo stesso vale per mantenere il calore che richiedo all'interno della mia abitazione.Questi sono solo alcuni consigli, i modi per risparmiare sono molteplici e con diversi livelli di costo ma tutti garantiscono il benessere sia ambientale che del portafoglio!

Leggi anche l'articolo UNI10200:2018 PRINCIPALI NOVITA'!

Leggi tutto: COME POSSO RENDERE PIU' EFFICIENTE IL MIO IMPIANTO DI RISCALDAMENTO? - VIDEO

  • Visite: 1237

LEGIONELLA: DI COSA SI TRATTA E COME PREVENIRLA - VIDEO

L'argomento Legionella è molto delicato e molto serio, si tratta di uno dei principali problemi per la sanità pubblica (anche Mondiale) ed è sottoposta a sorveglianza speciale da parte dell'Organizzazione Mondiale della sanità. La Legionella è un genere di batteri gram-negativi aerobi di cui sono state identificate più di 50 specie, suddivise in 71 sierotipi. La trasmisisone non avviene in modo diretto ma attraverso aerosol, cioè attraverso l'inalazione di vapore infetto. Il 7 maggio 2015 la Conferenza Stato-Regioni ha approvato le nuove linee guida per la prevenzione ed il controllo della legionellosi. (alla fine dell'articolo trovate allegato il file .PDF) Guardate il video per approfondire questo argomento.  

Scarica .PDF con Linee guida per il controllo e la prevenzione della Legionellosi

Leggi anche Perché fare la manutenzione alla caldaia?

Leggi tutto: LEGIONELLA: DI COSA SI TRATTA E COME PREVENIRLA - VIDEO

  • Visite: 1154

AGGIORNAMENTO UNI10200:2018 PRINCIPALI NOVITA' - VIDEO

Aggiornamento UNI10200:2018

Principali Novità

Lo scorso 11 ottobre è entrata in vigore la nuova norma UNI 10200:2018 che porta come titolo "Impianti termici centralizzati di climatizzazione invernale, estiva e produzione di acqua calda sanitaria - Criteri di ripartizione delle spese di climatizzazione invernale, estiva e produzione di acqua calda sanitaria"  andando a sostituire la UNI 10200:2015.Ci teniamo a premettere che il riscaldamento domestico è un aspetto fondamentale per il benessere di tutti noi e, forse proprio per questo, rappresenta una delle spese più pesanti nel portafoglio di ogni famiglia. Ecco perchè il CTI (Comitato Termotecnico Italiano)  ha deciso di aggiornare la norma UNI che approfondisce questa tematica. In questa normativa vengono stabiliti i criteri di ripartizione delle spese del riscaldamento, raffrecamento ed acqua calda sanitaria in edifici dotati di un impianto centralizzato, provvisti o meno di dispositivi per la contabilizzazione dell'energia termica utile.Come principali novità abbiamo il fatto di aver ottimizzato la procedura di calcolo di ripartizione ed anche l'introduzione della ripartizione per quanto riguarda la climatizzazione estiva. A nostro parere ciò che più può interessare gli utenti privati è il fatto che (finalmente) viene introdotto un metodo  per ripartire i consumi in edifici con un uso saltuario o discontinuo (es. seconde case) ma anche l'introduzione di tecniche specifiche in merito alla procedura di calcolo di ripartizioni per casi particolari di impianti (tubazioni correnti nelle unità immobiliari o condomini articolati in più fabbricati).La normativa è indirizzata a progettisti, gestori del servizio di contabilizzazione, manutentori ed utilizzatori degli impianti di climatizzazione nonchè ad amministratori condominiali...ma perchè no? Anche ai condomini che vogliono sapere come viene ripartita la spesa dei suoi consumi.

Ti è piaciuto l'articolo? Leggi anche anche La temperatura ideale in casa: ambiente per ambiente

Leggi tutto: AGGIORNAMENTO UNI10200:2018 PRINCIPALI NOVITA' - VIDEO

  • Visite: 1391
emmeti Logo

SEDE

EMMETI S.n.c. di Squaratti Clemente
Via dei Sedini, 47/C
23017 Morbegno (SO) - Italia
Tel. +39 0342.612459
Fax. +39 0342.610386
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
P.Iva: 00610640146
R.E.A.: SO - 43032 

FILIALE

Via Torricelli, 35/A
20851 Lissone (MB)
Tel. +39 039.2456754
Informativa sulla privacy
Cookie Policy

Certificazioni

Certificazione di conformità F-gas
Certificate: KI-079434

Certificazione ISO 9001:2015
Certificate: 13691 - A

accredia - kiwa